FONDAZIONE DONOR ITALIA ONLUS

La filantropia sta cambiando e il ruolo dei suoi protagonisti diventa sempre più complesso per orientarsi tra le migliaia di cause sociali ed organizzazioni non profit che possono essere oggetto di investimento filantropico, così come le logiche del cambiamento sociale e della sua misurazione stanno prendendo piede per “garantire” l’ottenimento di un reale impatto nelle comunità sostenute.

C’è quindi bisogno di maggiore “cooperazione” tra donatori ed organizzazioni beneficiarie in coerenza con i nuovi orientamenti d’inclusione sociale.

Fondazione Donor Italia Onlus opera con Fondazione Italia Sociale per promuovere la cultura della solidarietà e della responsabilità sociale, favorendo la pratica delle prestazioni di carattere erogativo a livello nazionale ed internazionale.

 

Cos’è Il Donor Advised Fund (DAF) 

Il Donor-Advised Fund (DAF) è uno strumento nuovo che può aumentare l’efficacia e l’efficienza della filantropia degli individui, delle famiglie e delle imprese. E' un fondo filantropico nominativo gestito da un’organizzazione “ombrello”, come la Fondazione Donor Italia Onlus, che viene creato attraverso un atto di donazione modale con finalità ed obiettivi fissati dal donatore stesso, all’interno di un Regolamento operativo . 
Si tratta quindi di un nuovo strumento della filantropia che mira a potenziare l’impatto dell’azione filantropica del singolo donatore, grazie all’intervento di una struttura (la Fondazione Donor Italia) dotata di conoscenza e di modelli operativi che rendono più semplice per il donatore la realizzazione dei propri obiettivi e di conseguenza di un impatto sociale misurabile.

 

Come funziona

Una volta effettuata la donazione, la Fondazione Donor Italia ne acquisisce il valore a patrimonio e ne opera la gestione garantendo al donatore una funzione di indirizzo, sia per quanto riguarda le attività erogative che per quelle di investimento del fondo, attraverso un Comitato di gestione  appositamente costituito.

 

Perchè aprire un DAF...

e non una Fondazione? Il Donor-Advised Fund è una valida alternativa alla creazione di una propria Fondazione perché consente maggior controllo sull’utilizzo dei fondi, richiede minor tempo di attivazione, con spese amministrative inferiori e, soprattutto, garantisce una migliore flessibilità. Inoltre, è uno strumento che rende accessibile a tutti l’iniziativa filantropica anche a fronte di donazioni di importi limitati, di mancanza di tempo e di esperienza sul Terzo settore e sulle cause sociali.

 

 

VANTAGGI

  • DONATORE

    Iniziativa filantropica dedicata alle motivazioni e volontà del singolo donatore

  • CONSULENTE

    Mantenimento e sviluppo delle masse gestite

  • DONATORE

    Massimo risparmio fiscale ed efficienza nei costi di gestione

  • CONSULENTE

    Miglioramento della relazione di fiducia cliente/donatore

  • DONATORE

    Grande attenzione all'impatto dei programmi sociali realizzati

  • CONSULENTE

    Gestione DAF con la modalità dell'intestazione fiduciaria

Articoli Intermediazione Filantropica

Grazie al contributo del DAF di Fondazione Donor il 3 ottobre la Cooperativa Sociale La Zerla ha inaugurato un nuovo capannone che ospita due laboratori, la ciclofficina e la falegnameria, per l'inserimento socio lavorativo per persone con difficoltà.
Il 15 e 16 ottobre si è tenuta la conferenza annuale del Transnational Giving Europe network, che ha visto riuniti i rappresentanti delle 21 fondazioni partecipanti.
Il calcio è un gioco di squadra, così come lo è il cambiamento sociale: sono già 159, infatti, i calciatori, calciatrici e coach che insieme ad altri 300 sostenitori hanno aderito al fondo.
Grazie al contributo del DAF di Fondazione Donor il 3 ottobre la Cooperativa Sociale La Zerla ha inaugurato un nuovo capannone che ospita due laboratori, la ciclofficina e la falegnameria, per l'inserimento socio lavorativo per persone con difficoltà.
Il 15 e 16 ottobre si è tenuta la conferenza annuale del Transnational Giving Europe network, che ha visto riuniti i rappresentanti delle 21 fondazioni partecipanti.
Il calcio è un gioco di squadra, così come lo è il cambiamento sociale: sono già 159, infatti, i calciatori, calciatrici e coach che insieme ad altri 300 sostenitori hanno aderito al fondo.

Documenti Utili

  • Scarica il regolamento

TGE

Fondazione Donor aderisce al progetto di Transnational Giving Europe, network nato nel 1998 che collabora con organizzazioni ed enti non profit in 21 paesi, consentendo a donatori privati e corporate di sostenere finanziariamente organizzazioni non profit di loro scelta in altri stati membri, beneficiando dei vantaggi fiscali previsti dalla legislazione del proprio paese di appartenenza.

Ad oggi, oltre all’Italia, aderiscono al network: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Estonia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Ungheria. Il Transnational Giving Europe trattiene un contributo pari al 5% sulle donazioni fino a 100.000 euro e l’1% sugli importi eccedenti (contributo massimo: 15.000 euro), a copertura delle spese di gestione e per lo sviluppo del network.

Le agevolazioni fiscali per i donatori italiani sono quelle previste per le donazioni a Onlus.

Contattaci

Giuseppe Ambrosio, Segretario Generale
giuseppe.ambrosio@fondazioneitaliasociale.org


Elena Redini, Philanthropy Advisor
elena.redini@fondazioneitaliasociale.org

PARTNER

Alt